LA VITA DI CHRISTIAN ANDREAS DOPPLER (1803-1853)

La biografia di Christian Andreas Doppler

29 novembre 1803

29 novembre 1803

Nasce a Salisburgo nella casa Makartplatz 1 come terzo di cinque figli del maestro scalpellino Johann Evangelist Doppler e di sua moglie Theresia (nata Seeleuthner).

Immagine: di LepoRello (opera propria) [CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0) o GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html)], via Wikimedia Commons

1810 – 1821

Scuola elementare e secondaria a Salisburgo, Scuola Normale Tedesca a Linz

Dal 1810 al 1816 Christian Doppler frequentò la scuola elementare a Salisburgo.

Pur provenendo da una famiglia di scalpellini, Christian, a causa della sua costituzione fisica delicata, non era adatto a lavorare nell’azienda del padre dopo aver terminato la scuola elementare.

L’unica opzione a disposizione di Christian al fine di conseguire un avanzamento sociale nella borghesia era una professione commerciale o una libera professione nel ceto medio istruito, classe sociale che si stava allora lentamente espandendo. Su consiglio del matematico Simon Stampfer, che riconobbe lo straordinario talento matematico di Christian, e grazie ai suoi buoni voti nelle scuole elementari, Christian fu mandato al ginnasio di Salisburgo nel 1816.

Nel 1819, però, dopo tre anni di frequenza, suo padre lo tolse dal ginnasio e lo mandò alla “Scuola Normale Tedesca” di Linz. Christian doveva completare qui un apprendistato commerciale per potersi assicurarsi una vita esente da preoccupazioni economiche.

1821 – 1825

1821 – 1825

Istituto Politecnico di Vienna: studio di matematica, geometria e fisica.

Su rinnovato consiglio di Simon Stampfer, Christian fu mandato all’Istituto Politecnico di Vienna dopo essersi diplomato alla “Scuola Normale Tedesca”. Nel 1825 ottenne il diploma finale con voti eccellenti.

1825 – 1829

Liceo a Salisburgo

Per poter studiare all’università dopo il Politecnico di Vienna, Doppler dovette ottener il diploma di maturità liceale. Avendo già frequentato il ginnasio per tre anni, completò i restanti sei semestri di liceo nella metà del tempo. Completò il liceo entro i due anni assegnati come il migliore tra i 37 candidati ottenendo il grado di “Eminente”. In questo periodo aveva imparato l’inglese, l’italiano e il francese.

1829 – 1833

Posizione a tempo determinato all’Istituto Politecnico di Vienna in qualità di assistente di matematica superiore presso Adam Burg

1834

Contabile a Bruck an der Leitha

In mancanza di una posizione scientifica disponibile, Christian Doppler lavorò per un anno come contabile in un cotonificio a Bruck an der Leitha. Poiché tutte le sue domande di lavoro in ambiente accademico non avevano avuto successo, pianificò di emigrare negli Stati Uniti. Quando i suoi piani stavano però per concretarsi, gli venne offerto un posto come professore di aritmetica, algebra e geometria alla “Ständische Realschule” di Praga.

1835 – 1841

Professore di aritmetica, algebra e geometria alla “Ständische Realschule” di Praga.

1836

1836

Matrimonio

Nel 1936, il trentaduenne Doppler sposò Mathilde Sturm, una ventiquattrenne di Salisburgo, figlia di un rispettato orefice. Da allora, e per i successivi undici anni, la famiglia Doppler, benedetta da cinque figli, visse a Praga.

1840

1840

Ammissione alla “Società Reale Boemia delle Scienze” (Accademia) su proposta del teologo e matematico Bernhard Bolzano.

25 maggio 1842

Pubblicazione “Sulla luce colorata delle stelle doppie e di alcuni altri oggetti celesti”

Scaricare: PDF – Copyright irrisolto

1847 – 1849

1847 – 1849

Professore a Schemnitz

Nomina come professore di matematica, fisica e meccanica all’Accademia mineraria e forestale di Schemnitz (oggi Banská Štiavnica) nei Monti Metalliferi slovacchi; allo stesso tempo nomina come “consigliere imperial-regio delle miniere”.

Immagine: di Benjamín Jarčuška (opera propria) [CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0), via Wikimedia Commons

1848

Nomina a membro della “Österreichische Akademie der Wissenschaften” a Vienna, conferimento da parte della Universita’ di Praga nel corso del cinquecentesimo anniversario del titolo onorifico di Dottore in Filosofia

1849

La nomina di Doppler come successore di Simon Stampfer come professore di geodesia al Politecnico di Vienna

Quando la rivoluzione del 1848 si diffuse da Vienna a Budapest ed assunse caratteristiche sempre più nazionalistiche, i disordini raggiunsero anche l’allora città ungherese di Schemnitz. L’Accademia mineraria di Schemnitz fu chiusa per due anni.

All’inizio del 1849, il professor Simon von Stampfer, che era stato elevato al grado nobiliare in seguito ai suoi successi, si ritirò. A Salisburgo aveva indirizzato in modo decisivo il corso della vita del suo allievo Doppler. Ora la cattedra di geodesia al Politecnico di Vienna era vacante e Christian Doppler fu nominato suo successore.

17 gennaio 1850

17 gennaio 1850

Primo direttore dell’Istituto di Fisica dell’Università di Vienna

L’imperatore Francesco Giuseppe approvò l’istituzione di un Istituto di Fisica all’Università di Vienna, nominò Doppler suo direttore e lo promosse al ruolo di professore ordinario di Fisica Sperimentale presso la facoltà di Filosofia. Doppler raggiunse così il culmine della sua carriera.

Foto: Casa nella Wiener Vorstadt Landstraße Nr. 104 (più tardi Erdberger Hauptstraße Nr. 15) dove si trovava sia l’Istituto di Fisica appena istituito che l’appartamento di Doppler.

Copyright Archiv Echophysics.

Novembre 1952

Novembre 1952

Viaggio a Venezia in conseguenza ad una persistente malattia polmonare

La malattia fu probabilmente originata dalle polveri respirate nella officina paterna, dove Christian lavorò fino al suo diciassettesimo anno. Probabilmente Christian sviluppò, come anche suo Padre ed il suo fratello maggiore, una pneumoconiosi.

Christian si aspettava un attenuamento dei sintomi in seguito all’inalazione all’aria marina.

17 marzo 1853

Morte di Christian Andreas Doppler a Venezia

Dopo 150 giorni di ricovero. Mori il quarantanovenne Christian Andreas Doppler il giorno 17 di Marzo del 1853 in presenza di sua moglie Mathilde.

Bibliografia:

Christian Doppler – Der für die Menschheit bedeutendste Salzburger, (Christian Doppler – il salisburghese di maggior significato per l’umanità), Clemens M. Hutter

Unfassbare Strahlung – Werdegang zur Modernen Physik, (Radiazione incomprensibile – percorso verso la fisica moderna), Peter M. Schuster, Lily Wilmes

Weltbewegend – unbekannt. Leben und Werk des Physikers Christian Doppler und die Welt danach, (Sconvolgente – sconosciuto. Vita ed opere del fisico Christian Doppler ed il mondo a lui posteriore) Peter M. Schuster

Moving the Stars – Christian Doppler, His Life, His Works and Principle, and the World After, (Mettere le stelle in movimento – Christian Doppler, la sua vita, I sui lavori ed il suo principio ed il mondo dopo di lui), Peter M. Schuster

Ulteriori fonti sulla biografia di Doppler:

Austria-Forum

Università di Vienna | monumenti